Condividi su Facebook o tramite WhatsApp

 

Festa di San Francesco d'Assisi
Patrono d'Italia

venerdì 4 ottobre 2019

 

Meditazioni di Padre Onofrio Farinola
Curia Generalizia dei Frati Minori Cappuccini in Roma

 

 

 

• San Francesco d'Assisi

 

Francesco d'Assisi, nato Giovanni di Pietro di Bernardone (Assisi, 1181 o 1182 – Assisi, 3 ottobre 1226), è stato un religioso e poeta italiano. Diacono e fondatore dell'ordine che da lui poi prese il nome, è venerato come santo dalla Chiesa cattolica e dalla Comunione anglicana.

Il 4 ottobre ne viene celebrata la memoria liturgica in tutta la Chiesa cattolica (festa in Italia; solennità per la Famiglia francescana). È stato proclamato, assieme a santa Caterina da Siena, patrono principale d'Italia il 18 giugno 1939 da papa Pio XII. Profondo ascetico, era conosciuto anche come "il poverello d'Assisi" per via del suo spogliarsi di ogni bene materiale e condurre una vita minimale, in totale armonia di spirito. La città di Assisi, a motivo del suo illustre cittadino, è assurta a simbolo di pace, soprattutto dopo aver ospitato i quattro grandi incontri tra gli esponenti delle maggiori religioni del mondo, promossi da papa Giovanni Paolo II nel 1986 e nel 2002, da papa Benedetto XVI nel 2011 e da Papa Francesco nel 2016.

San Francesco d'Assisi è uno dei santi più popolari e venerati del mondo. Oltre all'opera spirituale, Francesco, grazie al Cantico delle creature, è riconosciuto come uno degli iniziatori della tradizione letteraria italiana.

Il cardinale Jorge Mario Bergoglio, eletto papa nel conclave del 2013, ha assunto il nome pontificale di Francesco in onore del santo di Assisi, primo nella storia della chiesa.

 

 

Curia Generalizia dei Frati Minori Cappuccini in Roma
Venerdì, 4 ottobre 2019
Padre Onofrio Farinola
Padre Onofrio Farinola Blog Parola 4.0 autografo

 

 

 

 

 

 

Commenti & Meditazioni

 

N.B Ricordo che per poter effettuare commenti e partecipare attivamente al blog
é necessario creare un proprio account personale. Maggiori informazioni qui.

 

 

Condividi su Facebook o tramite WhatsApp