Condividi su Facebook o tramite WhatsApp

 

 

Triduo Santo

Domenica di Pasqua

21 aprile 2019

 

 


 

 

 

 

• In ascolto della Parola del Signore  (Lc  24,1 - 12)

 

Dal vangelo secondo Luca

 

Il primo giorno della settimana, al mattino presto [ le donne ] si recarono al sepolcro, portando con sé gli aromi che avevano preparato. Trovarono che la pietra era stata rimossa dal sepolcro e, entrate, non trovarono il corpo del Signore Gesù.

Mentre si domandavano che senso avesse tutto questo, ecco due uomini presentarsi a loro in abito sfolgorante. Le donne, impaurite, tenevano il volto chinato a terra, ma quelli dissero loro: «Perché cercate tra i morti colui che è vivo? Non è qui, è risorto. Ricordatevi come vi parlò quando era ancora in Galilea e diceva: "Bisogna che il Figlio dell'uomo sia consegnato in mano ai peccatori, sia crocifisso e risorga il terzo giorno"». Ed esse si ricordarono delle sue parole e, tornate dal sepolcro, annunciarono tutto questo agli Undici e a tutti gli altri. Erano Maria Maddalena, Giovanna e Maria madre di Giacomo. Anche le altre, che erano con loro, raccontavano queste cose agli apostoli. 
Quelle parole parvero a loro come un vaneggiamento e non credevano a esse. Pietro tuttavia si alzò, corse al sepolcro e, chinatosi, vide soltanto i teli. E tornò indietro, pieno di stupore per l'accaduto.


 

 

Campagnano di Roma
Domenica, 21 aprile 2019
Padre Onofrio Farinola
Padre Onofrio Farinola Blog Parola 4.0 autografo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti & Meditazioni

 

N.B Ricordo che per poter effettuare commenti e partecipare attivamente al blog
é necessario creare un proprio account personale. Maggiori informazioni qui.

 

 

Condividi su Facebook o tramite WhatsApp

Attenzione: commenti permessi ai soli utenti registrati!

Rossella
Cristo risorge dove noi moriamo a noi stessi, alle nostre convinzioni, ai nostri miseri ragionamenti. Cristo risorge quando siamo pronti a rinascere, a spiccare il volo insieme a chi soffre aiutandolo a sopportare il peso della Croce. Cristo risorge quando impariamo a trasformare una caduta in una ripartenza. Cristo risorge quando impariamo a guardare in faccia le nostre fragilità e a trasformarle in opportunità di rinascita.
Auguro a me stessa e a tutti quelli che mi circondano tutto questo...nelle consapevolezza che chi fa il bene sa guardare con occhi nuovi. Buona Pasqua di rinascita a tutti!
E grazie a te Padre Onofrio per la grande opportunità di riflessione che ci hai permesso di operare.