Condividi su Facebook o tramite WhatsApp

 

 

Domenica 30 giugno 2019

XIII Domenica del Tempo Ordinario C.2019

 

 

• In ascolto della Parola (Lc 9,51-62)

 

Dal Vangelo secondo Luca

 

Mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato elevato in alto, Gesù prese la ferma decisione di mettersi in cammino verso Gerusalemme e mandò messaggeri davanti a sé. 
Questi si incamminarono ed entrarono in un villaggio di Samaritani per preparargli l’ingresso. Ma essi non vollero riceverlo, perché era chiaramente in cammino verso Gerusalemme. Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: «Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?». Si voltò e li rimproverò. E si misero in cammino verso un altro villaggio.
Mentre camminavano per la strada, un tale gli disse: «Ti seguirò dovunque tu vada». E Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo». 

A un altro disse: «Seguimi». E costui rispose: «Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre». Gli replicò: «Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu invece va’ e annuncia il regno di Dio». 

Un altro disse: «Ti seguirò, Signore; prima però lascia che io mi congedi da quelli di casa mia». Ma Gesù gli rispose: «Nessuno che mette mano all’aratro e poi si volge indietro, è adatto per il regno di Dio».


 

 

 

• In meditazione

 

Non c’è sequela senza una “ferma decisione di mettersi in cammino”.

Ce lo insegna Gesù stesso. La sua risolutezza interiore è indice di una convinzione profonda e ben radicata. Il cammino, ci insegna il Maestro Gesù, necessita una convinzione di fondo, una decisione ferma, un atteggiamento di risolutezza e di determinazione. 

Proviamo a riassumere le parole chiavi che condiscono il cammino di fede, che è di per sé il cammino vocazionale: convinzione, fermezza, determinazione.

Convinzione. Se non son convinto di voler intraprendere un percorso, il cammino che intraprenderò mi sembrerà tanto pesante quanto inutile e noioso. Essere convinti è il presupposto per rendere spedito il cammino di fede.

Ma convinzione non vuol dire che sin dall’inizio io so tutto della fede, ma è la convinzione di voler conoscere, approfondire, discernere, valutare. Dunque, convinzione, come desiderio profondo di intraprendere un percorso di fede da approfondire strada facendo.

Fermezza. Senza questa virtù, si rischia di bloccarsi al primo ostacolo che si incontra durante il cammino. La fermezza mi permette di affrontare le evenienze che inevitabilmente possono incontrare durante il viaggio della fede. Non vi è cammino senza momenti di debolezza, senza cadute, senza inciampi. Ma nessuna caduta deve impedire il proseguo del cammino di fede. La fermezza,dunque,fa si che ad ogni caduta corrisponda un rialzarsi in piedi per continuare a camminare.

Determinazione. Possiamo pure dire “caparbietà”. Parliamo evidentemente di una “caparbietà spirituale”. La caparbietà dello spirito dà grinta al cammino, non permette che troppi calcoli mentali impediscono di intraprendere il percorso della fede sin dall’inizio.

La caparbietà spirituale è l’antidoto a quelle forme di indecisione che spesso impediscono di intraprendere il cammino della fede.

Ma è anche l’antidoto alle mille forme di rassegnazione e di pregiudizi che spesso ostacolano già da subito il cammino.

Tutte queste parole possiamo condensarle, a loro volta, in una sola: intraprendenza.

È necessario oggi sviluppare nella coscienza cristianal’intraprendenza spirituale. Senza questa intraprendenza non si camminerà mai. Anzi, non si riuscirà mai ad iniziare un percorso di approfondimento.


 

Campagnano di Roma
Domenica, 30 giugno 2019
Padre Onofrio FarinolaPadre Onofrio Farinola Blog Parola 4.0 autografo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti & Meditazioni

 

N.B Ricordo che per poter effettuare commenti e partecipare attivamente al blog
é necessario creare un proprio account personale. Maggiori informazioni qui.

 

 

Condividi su Facebook o tramite WhatsApp

Attenzione: commenti permessi ai soli utenti registrati!