Condividi su Facebook o tramite WhatsApp

"In me c'è il desiderio del bene"

(Rm 7, 18)

 

 

Vi consiglio di leggere e meditare, in modo particolare, la prima lettura di oggi. Io credo, almeno questo vale per me, che ciascuno di noi possa rispecchiarsi nelle parole di Paolo che, con estrema naturalezza, esprime quella contraddizione che abita il cuore di ogni uomo. L'apostolo riconosce il desiderio di bene che sta nel suo cuore, ma sa, altrettanto bene, che coabita anche il male che non vuole operare. Egli, in definitiva, evidenzia quella lotta interiore che ogni uomo, ogni credente, vive continuamente. Dentro di noi ci sono due forze che si oppongono. Si tratta di far prevalere quella forza, apparentemente debole, ma necessaria per vivere bene, ed è il bene stesso.

Prendiamo coscienza che dentro di noi c'è il bene, e impariamo a puntare su questo bene, perché possiamo attuarlo concretamente.

Meno si penserà al male, più prevarrà il bene.


Buona giornata!


 

 

Roma, venerdi 25 ottobre 2019

Facebook Parola 4.0 - Padre Onofrio Farinola
Padre Onofrio Farinola Blog Parola 4.0

 

 

 

 

 

 

Condividi su Facebook o tramite WhatsApp

Attenzione: commenti permessi ai soli utenti registrati!